Università gratis per tutti, un’opportunità senza precedenti: non solo per redditi bassi

Finalmente è arrivato il momento che in molti aspettavano, ora c’è l’opportunità di accedere all’Università in maniera gratuita: come fare

Il diritto allo studio è una delle cose più importanti per il corretto funzionamento della società. Conoscere e approfondire è infatti il trucco per poter sfamare la propria sete di sapere, ma anche per poter emergere e magari trovare un buon lavoro.

come accedere università gratis
Ci sono delle interessanti novità per gli studenti – Talkmagazine.it

Tuttavia, in molti casi il percorso di studi viene interrotto o nemmeno iniziato per via di problemi di natura economica. A tal proposito, c’è una novità che potrebbe essere davvero interessante per moltissimi studenti o aspiranti tali e si tratta dell’accesso all’Università in maniera gratuita. Ecco come sfruttare questa incredibile opportunità.

Università gratuita: l’opportunità tutta italiana

Le novità in arrivo riguardano coloro che stanno frequentando l’Università Statale di Milano e sono legate in particolare al pagamento delle tasse. Da poche ore è stato infatti deciso di approvare l’innalzamento della soglia Isee che concede il diritto all’esonero relativo al pagamento della seconda rata richiesta dall’Università. Tale limite passa da 22.000 a 30.000 euro.

università gratis italia
Importanti agevolazioni universitarie – Talkmagazine.it

In questo modo, saranno sempre di più gli studenti che avranno la possibilità di poter accedere a questa opportunità importante per pagare molto meno l’Università. L’Istituto milanese conta circa 60.000 studenti, di cui almeno 19.000 hanno i requisiti per poter usufruire dell’esenzione delle tasse. Grazie all’innalzamento della soglia di reddito si potrà ottenere un innalzamento della platea dei beneficiari con circa 8.000 studenti in più. Si arriverà, quindi, a circa 27.000 beneficiari.

Questa misura è stata varata dal consiglio di amministrazione dell’ateneo, che dovrà ancora approvarla per fare in modo che entri in vigore nel prossimo anno accademico. Il costo di tale manovra ammonta a circa un milione di euro, ma potrebbe essere ammortizzato dal Fondo per il finanziamento ordinario delle università. Dunque, coloro che si presenteranno con un Isee per un massimo di 30 mila euro soddisferanno i requisiti per poter rientrare in quella che viene definita “no tax area”.

In questo caso la tassa relativa alla seconda rata aumenterà in proporzione a quella che è la situazione reddituale de nucleo familiare, ma solo se supera la soglia e fino ad un massimo di 78.000 euro. Sarà ancora più importante, ora, presentare il proprio Isee in fase di iscrizione ad un corso di laurea dell’Università Statale di Milano.

Impostazioni privacy