Arriva il mutuo statale: gli italiani iniziano a vedere la luce e a dimenticare le banche

L’arrivo del mutuo statale fa brillare gli occhi ai cittadini. Basta richieste alla banca e la garanzia sarà totale con sostegno al 100%.

Ottenere un mutuo senza rivolgersi ad un istituto di credito sarà presto possibile. Sarà lo Stato a concedere il finanziamento e il cittadino potrà evitare una noiosa trafila burocratica.

Mutuo casa allo Stato, la richiesta
Come ottenere un mutuo conveniente (Talkmagazine.it)

La richiesta di un mutuo rappresenta da un lato un sogno che si sta per realizzare e dall’altro un incubo a causa dell’onerosa rata mensile da pagare. Serve un compromesso che permetta di avere una casa di proprietà senza dover ogni mese pregare affinché sul conto ci siano i soldi per versare quanto dovuto alla banca. Soprattutto nell’ultimo anno tale pensiero è stato condiviso da tantissime persone a causa degli elevati tassi di interesse legati all’inflazione e alle scelte della Banca Centrale Europea.

Ora finalmente la situazione si è stabilizzata e i tassi sono iniziati a scendere. Probabilmente è il momento migliore per comprare casa ma sapete che il mutuo non si deve necessariamente chiedere ad una banca o una finanziaria? Anche lo Stato può concedere l’oneroso prestito e a condizioni più vantaggiose.

Il mutuo dello Stato al 100% e con meno burocrazia: ci pensa l’INPS

Rivolgersi allo Stato significa poter ottenere un importo elevato da usare per coprire i costi di acquisto di una casa, per ristrutturarla o per comprare un box auto. Un vero e proprio mutuo ma senza quella trafila burocratica a cui le banche ci hanno abituato. Ad erogarlo l’INPS adottando un sistema agevolato che rende più semplice per il cittadino accedere al mutuo ipotecario.

Come ottenere un mutuo dallo Stato
Pronti a richiedere il mutuo all’INPS? (Talkmagazine.it)

Possono accedere a questa opportunità i cittadini iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie sociali da minimo un anno in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Altra condizione essere pensionati. La durata del finanziamento va dai 10 ai 30 anni. L’INPS concederà un tempo preciso in base all’età del richiedente e al motivo della richiesta del prestito. Inoltre ci sono anche tassi diversi e massimali differenti.

L’importo massimo richiedibile per un mutuo è di 300 mila euro per comprare una nuova casa o per la costruzione di un’abitazione. Per acquistare un box auto l’INPS concederà al massimo 75 mila euro mentre per un corso di Laurea, di studio o per la frequenza di Conservatori in Italia o all’estero la spesa massima è di 100 mila euro. In più l’ente della previdenza sociale permette di richiedere anche mini prestiti per un importo massimo di 6 mila euro.

Impostazioni privacy